Amy Winehouse morta per consumo eccessivo di alcol

Amy Winehouse Morte Alcol

Secondo Suzanne Greenway, il coroner dell’ospedale St. Pancras che ha condotto l’inchiesta, Amy Winehouse sarebbe morta a causa di un abnorme consumo di alcol. Infatti, il giorno del suo decesso la cantante ne avrebbe ingerita una quantità che sarebbe risultata quattro volte e mezza superiore al limite richiesto per poter guidare nel Regno Unito. Nelle parole della Greenway, “la Winehouse aveva un tasso alcolico nel sangue di 416 milligrammi per ogni decilitro di sangue, e l’involontaria conseguenza di un tale livello, potenzialmente fatale, è stata la sua improvvisa ed inaspettata morte“. Il giorno della sua scomparsa, nella casa di Camden in cui viveva la musicista, furono trovate tre bottiglie di vodka, due grandi ed una piccola, completamente vuote.


Amy Winehouse – You Know I’m No Good on MUZU.

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.