Festival di Sanremo, serata conclusiva

Anche l’atto finale della 61esima edizione del Festival di Sanremo ha riservato, come la serata precedente, momenti altalenanti.

Molti gli ospiti, da Avril Lavigne a Milly Carlucci passando per gli attori Giulio Scarpati e Nino Frassica, che Gianni Morandi ha intervistato sperando di riprendersi dagli intoppi della sera prima. Quando è arrivato Massimo Ranieri, intravisto pochi minuti prima in una gag di Luca e Paolo, abbiamo avuto la certezza che la dimensione di Morandi è la musica, e che in questa si sente a suo perfetto agio. Il presentatore ha accolto Ranieri con una chitarra con la quale i due hanno intrapreso un piacevole viaggio nel tempo che li ha riportati agli inizi della carriera.

Non sono mancati i momenti di tensione, tipo la Canalis che si dimentica ancora una volta di presentare il direttore d’orchestra, e le gaffes, ad esempio i conduttori che non sanno ancora dove posizionarsi sul palco e, ultima fra tutte, la voce della Canalis che intona timidamente a microfono aperto “Amanda è libera” (il brano di Al Bano, terzo classificato). Le due vallette hanno avuto a disposizione uno spazio per esibirsi: la Rodriguez ha cantato una canzone con un chitarrista che poi abbiamo scoperto essere suo padre, la Canalis si è cimentata in un balletto.

Per fortuna la gara ci ha regalato buone notizie. La vittoria di un emozionantissimo Roberto Vecchioni ha messo d’accordo televoto, orchestra e critica. Il testo è immediato, il ritornello orecchiabile ed il brano nell’insieme ha un elevato spessore. I vincitori annunciati della vigilia, i Modà con Emma, si sono posizionati invece al secondo posto. E siamo contenti che in questa edizione di Sanremo tanto discussa, la musica di qualità sia tornata in pole position.

Claudia Falzone

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.