Music Attitude

Giorgio Moroder Parla dei Daft Punk in una videointervista

giorgio moroder

giorgio moroder

Giorgio Moroder, uno dei pionieri della disco music, è il protagonista di una nuova videointervista per “The Creators Project“: gli argomenti sono gli albori della disco music e “Random Access Memories“, il nuovo disco dei Daft Punk in uscita il 21 maggio per Columbia Records al quale ha collaborato. Nel video della durata di circa otto minuti, il musicista italiano parla del suo primo impatto con i sintetizzatori Moog e dell’importanza della musica dance nel panorama internazionale. Inevitabile, infine, il riferimento al duo electro transalpino, che ha dichiarato di aver conosciuto solo “cinque o sei anni fa”.

Sono dei perfezionisti. Io per trovare un suono adatto di vocoder, posso impiegare solo un’ora, loro anche una settimana“, ha dichiarato Moroder “Amo la musica disco, e questo è un vero passo avanti. Dovevano fare un qualcosa di diverso, ancora dance, ancora elettronico, ma con un tocco umano“.

Moroder è solo uno dei tanti collaboratori presenti nel nuovo lavoro dei Daft Punk: il frontman degli Chic Nile Rodgers, Paul Williams, Panda Bear degli Animal Collective, Chilly Gonzales dei Feist e il produttore Pharrell Williams, ultima conferma in ordine cronologico, daranno il loro contributo a “Random Access Memories”.

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.