Nuovo singolo per Le Luci Della Centrale Elettrica

Vasco Brondi, aka LE LUCI DELLA CENTRALE ELETTRICA,chiude in bellezza il 2009.
Dopo tantissimi concerti in giro per la penisola (e non solo), i riconoscimenti del 2008 (miglior disco al MEI, al Tenco, entusiasmo della critica musicale in toto).
Un video che accompagnerà il nuovo singolo: “La lotta armata al bar”, singolo tratto dall’album e riveduto e corretto per l’occasione da Vasco insieme a Enrico Gabrielli, Alessandro “Asso” Stefana, Rodrigo D’Erasmo.

In concomitanza con l’uscita del nuovo singolo verrà ripubblicato da Baldini Castoldi Dalai il libro di Vasco Brondi (Cosa racconteremo di questi cazzo di anni zero) uscito l’anno scorso per una libreria indipendente bolognese con una nuova veste e nuovi contenuti.

Cosa racconteremo di questi cazzo di anni zero è un romanzo-monologo, un racconto interiore, a cui si uniscono fogli di appunti scritti a mano: idee, schizzi, e su tutto, la libertà di osservare il fuori per
rispecchiare il dentro, quello che forse ci accomuna tutti, con «i nostri occhi pieni di disordine».
In un linguaggio criptico, ma ben riuscito, questo volume è come una lunghissima canzone, fatta di immagini e suggestioni che, se estrapolate, sembrano poesie. Metafore ispirate dal quotidiano e lirismo da strada. Fotografie di stanze disordinate si sovrappongono a quelle di quartieri abbandonati a se stessi, visioni e flash che attingono in quell’immaginario suburbano e surreale che ha fatto la fortuna della musica de Le Luci Della Centrale Elettrica. Una sorta di flusso di coscienza lontano da ogni schema narrativo e da ogni regola. «Adesso se fossimo in un telefilm ti dicevo che ti amavo. Così, coniugando anche male i verbi. E noi siamo meglio di un telefilm. E infatti non ci diciamo niente.» Parole semplici che fanno riflettere, che lasciano tracce in ognuno di noi.
Vasco

 

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.