Sette artisti per Save the Children, fra cui anche il nobel Dario Fo

Esce domani, martedì 23 novembre, ‘Sette x Uno’, un progetto benefico di Bandabardò. Sette tracce musicali e sette artisti insieme per un unico scopo: sostenere una campagna di Save the Children a favore della regione del Tigray in Etiopia.

Nell’album sono raccolti sei brani inediti cantati da Ascanio Celestini, Giobbe Covatta, Davide Enia, Dario Fo, Enzo Iacchetti e Davide Riondino sulle musiche scritte e suonate da Bandabardò. Apre il disco ‘Nanà Bobo’ antica ninna nanna veneta cantata dal Premio Nobel Dario Fo. Le altre cinque tracce, ‘Lo Sgurz’ di David Riondino, ‘La vera verità’ di Enzo Iacchetti, la ‘Preghiera africana’ di Giobbe Covatta, ‘Nina e Carmelo’, lettera d’amore del giovane siciliano Davide Enia, e ‘Il bidet e la Rivoluzione’ del visionario Ascanio Celestini, sono liberamente tratti dai rispettivi monologhi teatrali o lavori televisivi, riletti e musicati dalla Banda. Chiude il disco ‘Sette Sono i Re’, pezzo storico di Bandabardò reinterpretata per l’occasione da Giobbe Covatta, co-inventore di questo progetto.

L’obiettivo è finanziare il progetto di Save the Children per l’educazione di base, la nutrizione e la sicurezza alimentare del Tigray, una regione del nord dell’Etiopia dove l’80% della popolazione risiede in zone rurali e per 2/3  vive in condizioni minime di povertà. Il progetto  – che si propone di estendere la capacità di accesso all’istruzione di base per i bambini e le bambine di questa zona rurale e di migliorarne la sicurezza alimentare  prevede la costruzione di 3 scuole e l’organizzazione di corsi di formazione per l’istituzione scolastica e l’insegnamento dei principi basilari della sicurezza alimentare. Con questo progetto a durata annuale, Save the Children raggiungerà indirettamente fino a 20.000 bambini di questa regione dell’Etiopia.
L’album sarà disponibile da domani in tutti i punti vendita FNAC e IPERCOOP.

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.