The Charlatans: il nuovo album, “Who We Touch”, uscirà il prossimo 7 settembre

A festeggiare una carriera ventennale, a due anni di distanza dal loro ultimo lavoro “You Cross My Path”, The Charlatans pubblicano il nuovo album “Who We Touch”, in uscita il prossimo 7 Settembre su etichetta Cooking Vinyl/Edel.
Nel 2008 The Charlatans hanno suonato come supporter in diverse esibizioni di alto livello, comprese quelle dei The Who e dei The Rolling Stones, al Wembley Stadium ed al Twickenham Stadium di Londra.
“Who We Touch”, undicesimo album della band, vanta la produzione di Youth (Paul McCartney, Primal Scream e The Verve) ed è stato registrato al Britannia Row di Londra, celebre studio in cui i New Order registrarono “Blu Monday”.

L’album è “un viaggio sentimentale, un viaggio attraverso stati d’animo edificante e profondo, oscuro e delirante, che si conclude con un ottimismo beato” dice Burgess.

Composto da undici tracce, “Who We Touch” si apre con “Love is fine”, primo singolo estratto dall’album, e contiene influenze e collaborazioni importanti, come “You Can Swim” ispirata ad “Another Green World” di Brian Eno, e “I Sing The Body Eclectic” con featuring di Penny Rimbauld, storica voce dei  The Crass.
La tracklist di “Who We Touch” include anche: “My Foolish Pride”, “You’re Pure Soul”, “Smash The system”, “Intimacy”, “Sincerity”, “Trust In Desire”, “When I Wonder” e le hidden tracks “On The Threshold” e “I Sing The Body Eclectic”.
A curare l’artwork dell’album è stato chiamato l’artista britannico Gee Vaucher, celebre per i suoi lavori con The Crass, e che ha realizzato l’accattivante collage dell’immagine di copertina.
La pubblicazione di “Who We Touch” sarà accompagnata da un esteso tour inglese, già sold out.

Nota biografica:
La band inglese nacque ufficialmente nel 1989, su iniziativa di Rob Collins (tastiere), Jon Baker (chitarra), Martin Blunt (basso) e Jon Brookes (batteria). Dopo aver cambiato diversi frontman, i quattro conobbero il carismatico Tim Burgess e la formazione acquistò la sua attuale fisionomia.
I The Charlatans pubblicarono nel 1990 il loro primo album “Some Friendly” per l’etichetta inglese Beggars Banquet,  ed esordirono con il singolo “Indian Rope”, seguito dalla trascinante “The Only One I Know”, canzone che divenne, in brevissimo tempo, una hit, balzando alla numero uno della Top Ten UK Chart.
Numerosi altri singoli, come “Just When You’re Thinkin’ Things Over” e “Blackened Blue Eyes”, raggiunsero la Top 20 in Inghilterra, mentre gli album “Tellin’ Stories”, “Blackened Blue Eyes” e “Simpatico” scalarono le classifiche della UK Albums Chart.
Nel 2008 The Charlatans hanno pubblicato il loro decimo album “You Cross My Path” su etichetta Cooking Vinyl.

 

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.