Weezer, è morto l’ex bassista Mikey Welsh

Weezer Mikey Welsh Morto

Mikey Welsh, ex bassista dei Weezer, è morto sabato 8 ottobre all’età di quarant’anni. Welsh è stato trovato privo di vita dal personale dell’albergo di Chicago nel quale si trovava. Le cause della morte sono ancora da chiarire, anche se pare probabile che il decesso sia avvenuto a causa di un eccessivo dosaggio di sostanze narcotiche. La prima dichiarazione è giunta dalla famiglia del musicista tramite Twitter: “Siamo profondamente addolorati nell’annunciare l’improvvisa scomparsa di Mikey Welsh. Sarà per sempre ricordato per esser stato un meraviglioso padre, artista e amico. Possa riposare in pace“. Successivamente, sempre su Twitter, anche la sua ex band ha voluto omaggiare la memoria dell’amico scomparso: “Siamo shoccati e terribilmente rattristati nell’aver appresso la terribile notizia, il nostro amico e compagno Mikey Welsh è morto. Ti amiamo Mikey“. Welsh era entrato a far parte dei Weezer nel 2000, dopo che il bassista Mike Sharp aveva lasciato la band nel 1998; Welsh rimase nel gruppo sino all’agosto 2001, facendo in tempo a suonare sull’album omonimo, conosciuto come “The Green Album” e contenente le hit “Island In The Sun” e “Hash Pipe“.


Weezer – Hash Pipe on MUZU.TV

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.