Music Attitude

Amarcord #18 – Maggio-Agosto 2012

foo codroipo 2012 3

Il quadrimestre primavera-estate 2012 non ha deluso: si sapeva che saremmo stati travolti da una stagione di concerti disumana, nella quale per una volta non valeva quasi la pena andare all’estero perchè bene o male tutto il meglio sarebbe passato in Italia. La crisi si è comunque fatta sentire, dato che pochissimi show hanno registrato il sold-out e molti altri hanno pagato pesantemente dazio non avvicinandosi nemmeno lontanamente al break-even, ovvero alla quota che permette al promoter di andare quanto meno in pareggio tra costi di organizzazione (cachet band inclusa) e incassi. Partiamo dal fondo, con il trionfale ritorno in Italia della band dell’uomo copertina qui sopra Dave Grohl. A Codroipo in zona Ferragosto, i Foo Fighters hanno piazzato un altro evento da ricordare a lungo, secondi fino a questo momento del 2012 solamente al Boss, quel Boss che ha dominato giugno conquistando Milano, Firenze e Trieste, confermandosi il numero uno inavvicinabile da chiunque sul palco. Grohl e soci, insieme ai Pearl Jam seguiti per forza di cose all’estero, tuttavia potrebbero davvero negli anni a venire, tentare per lo meno di raccogliere il testimone di Springsteen…


YouTube

Poco dietro questa triade troviamo i protagonisti dei concerti di maggio, ovvero i Metallica e i Coldplay, seguiti da fasce di pubblico ben diverse ma non per questo autori di show con troppe differenze dal punto di vista del coinvolgimento e dello spettacolo. A livello di festival, il Download 2012 valeva la pena solo per vedere i Sabbath con Iommi sul palco, a prescindere dalle tonnellate di fango e dal tempo infame. A livello italiano invece i festival non sono andati benissimo causa pubblico al di sotto delle aspettative. Le band non hanno suonato certo male (su tutte diremmo un redivivo Axl Rose e un eccellente Robert Smith coi suoi The Cure), ma per Gods Of Metal e Heineken la campanella d’allarme è suonata forte, vedremo cosa riserverà il 2013…


YouTube

Altri eventi di rillievo sono stati i concerti di Duran Duran, Stone Roses, Anastacia, Pulp, Morrissey e Billy Idol, senza lasciare da parte l’oramai immortale Iggy Pop (con gli Stooges) e il ritorno (con molta scena e relativa sostanza) di Madonna. Bene complessivamente la rassegna Dieci Giorni Suonati e l’infuocato BBK spagnolo di Bilbao. Tra gli altri concerti da segnalare inseriamo due tour degli italianissimi Tiziano Ferro e Biagio Antonacci, quindi la reunion dei Soundgarden, il Metalfest, la festa di Manu Chao e la ricomparsa di Marilyn Manson, la comparsata di Snoop Dogg a Roma, il party dei Blink a Milano e gli show di Sting a Padova e della leggenda BB King a Milano.

Tra le interviste effettuate in questo periodo già pubblicate, poniamo l’attenzione sull’icona John Lydon e sulla Poetessa Patti Smith, passando per l’istrionico Ian Astbury dei The Cult per chiudere con i Megadeth, una delle band che inaugurarono molti anni fa le nostre pagine…Mancano quattro mesi alla fine di un anno complicato ma incredibilmente ricco di momenti da ricordare: saranno Lady Gaga, Radiohead e Muse a suggellarlo? Oppure i The Killers? O ancora i Green Day a Bologna o chissà…magari qualche annuncio bomba per l’anno che verrà e che rivedrà in Italia altre superstar della scena Rock a livello mondiale per l’ennesima stagione caldissima?

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.