Music Attitude

Alfa Nefer Maschere e Deserti

alfa nefer maschere e deserti

Si chiamano Alfa Nefer e sono di Livorno: Alessio Consani, Fabio Giovanneschi, Ruggero Colozzo, Simone Mazzoncini e Federico Dalli propongono un progressive rock ben conscio della tradizione italiana settantiana del genere e altrettanto ancorato nella modernità (con influenze oscure e tinte talvolta darkeggianti ed esotiche). Chitarre massicce, linee vocali di alto livello, tastiere, atmosfere variegate compongono una miscela musicale dove la tecnica, l’esperienza e l’energia ci regalano una band in ottima forma praticamente sotto ogni punto di vista. “Maschere E Deserti” non è solo un disco ottimamente realizzato, suonato e prodotto, ma anche un bagaglio poetico e lirico decisamente interessante e affascinante, con richiami esotici e aldilà del tempo che non scadono mai nel “già sentito”.

Ogni composizione contiene diverse sfaccettature e diverse anime: ne sono esempi la stupenda “Contessa”, che contiene un interludio pianistico mozzafiato, la bellissima “Alcatraz”, l’opener “Wiesenthal” e l’epica “Luna”. Le linee vocali, vicine, per chi scrive, a quelle del Pelù dei tempi d’oro (ma con una maggiore estensione, fortunatamente), si sposano perfettamente con l’onnipresenza delle tastiere e del pianoforte, che impreziosisce il lavoro di base prettamente rock svolto dalla sezione ritmica, ovvero chitarre, batteria e basso.

La delicatezza delle soluzioni musicali e l’ottima competenza di ogni elemento della band rendono “Maschere E Deserti” un lavoro dedicato ai palati fini e ai fans del progressive rock intelligente e non votato alla mera esecuzione cristallina della tecnica. Sulla base di quanto ho ascoltato, posso salutare gli Alfa Nefer come una delle realtà più valorose e intelligenti dell’attuale panorama italiano e, in primis, toscano. Alla faccia di tanta banalità che ci (e mi) tocca sentire.

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.