Music Attitude

Blue Ball Monkeys Beware Of The Monkeys

blue ball monkeys beware of the monkeys

Gli emiliani Blue Ball Monkeys salutano il 2010 con questo EP e, è presto detto, continuano la tradizione di Nirvana, Soundgarden e Pearl Jam incorporando anche influenze più hard-rock di matrice tardo-settantiana e ottantiana. La voce di Matteo Mezzetti (che è anche alle chitarre ritmiche) è una sorta di copia in carta carbone di quella di Kurt Cobain: ruvida, spigolosa e schietta. Ma non solo il grunge viene chiamato in causa: l’opener “Rock This Town” è un frullatore di influenze adottate senza la minima personalizzazione. Il titolo richiama a Motley Crue et similia; la struttura strumentale fonde punk e l’hard rock. Riff di chitarra diretti (ovviamente in power chords) costituiscono l’ossatura anche della successiva “Livin In The Night”, una traccia sporca e senza tanti fronzoli, come l’attitudine della band in generale. La struttura dei brani è sempre lineare, non evolve mai e si limita a seguire la lezione delle band che i ragazzi hanno ascoltato e ascoltano privatamente: la stessa filastrocca si ripropone infatti anche in “Lavenders And Rainbows” e “Some Kind Of Guys”.

Non dico che tutte le band debbano proporre musica di chissà quale livello e ambire a vette compositive, ma sarebbe piacevole se anche queste giovani realtà riuscissero (o almeno ci provassero!) a non muoversi esclusivamente nel cerchio delimitato da una manciata di nomi a cui rifarsi pedissequamente. Vero è che “Beware Of The Monkeys” è un EP e i brani sono solo quattro, sarebbe però interessante e piacevole scorgere almeno dei piccoli margini di originalità, degli embrioni di sana e pura ambizione o, almeno, di personalizzazione della lezione imparata. Per ora però non c’è traccia di tutto questo, e “Beware Of The Monkeys” risulta essere una goccia nell’immenso oceano dei dischi all’insegna del “copia e incolla”, che niente aggiungono, niente danno, e di cui subito ci si scorda.

Manuel Ghilarducci

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.