[Country Pop] Isobel Campbell & Mark Lanegan – Ballad Of The Broken Seas (2006)

Deus Ibi Est –  Black Mountain – The False Husband – Ballad Of The Broken Seas  –  Revolver  –  Ramblin’ Man –  (Do You Wanna) Come Walk With Me? – Saturday’s Gone – It’s Hard To Kill A Bad Thing – Honey Child What Can I Do? – Dusty Wreath – The  Circus Is Leaving Town

http://www.isobelcampbell.com
http://www.marklanegan.com
http://gb.v2music.com/site/default.asp

Queste Ballate scritte dalla bella Isobel Campbell sono piuttosto difficili da categorizzare, e conviene dunque partire da un dato di fatto: ascoltare questo disco è un piacere. Detto questo possiamo considerare che i brani che lo compongono si limitano spesso a riproporre dei clichè, primo tra tutti quello del duetto vocale tra una voce femminile angelica ed una maschile cupa e roca. Ma se le rispettive voci appartengono a cotanti proprietari, come può questo clichè non funzionare a meraviglia? E allora, come nell’ultimo Leonard Cohen, o nel Nick Cave delle Ballate Omicide, godiamoci falsi mariti che reclamano le proprie donne, difficoltà ad affrontare la vita, pistole, marinai che affogano in birra, whisky e lacrime, tristezza e disperazione.
L’immaginario a cui si rifà la scozzese è quello tipicamente malinconico e cupo del country americano, con parti sulfuree perfettamente cucite addosso al vecchio lupo Lanegan, arrangiamenti minimali ma sempre ricercati, con il violoncello di Isobel a impreziosire e rafforzare la portata dei brani. Il country viene anche omaggiato con “Ramblin’ Man” di Hank Williams (con tanto di frustate alla Blues Brothers di sottofondo), ma è tutto un giocare con i topos del genere, la vena profondamente noir della provincia americana, con il male di vivere e il pessimismo ineluttabile che abbracciano dolcemente chi ascolta trascinandolo in una malinconia calda e viva alla quale non si può fare a meno di abbandonarsi.
In ogni caso una prova del grande talento della ex Belle & Sebastian, che si rivela artista completa, autrice, cantante e strumentista di altissimo livello, e ci regala una piccola gemma capace di emozionare a ogni ascolto.

S.R.

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.