Music Attitude

[Indie Pop] Sigur Ros – Með Suð Í Eyrum … (2008)

 

[Folk Pop] Sigur Ros – Með Suð Í Eyrum Við Spilum Endalaust (2008)

Gobbledigook – Inní Mér Syngur Vitleysingur – Góðan Daginn – Við Spilum Endalaust – Festival – Suð Í Eyrum – Ára Bátur – Illgresi – Fljótavík – Straumnes – All Alright

http://www.sigur-ros.co.uk/
http://www.emimusic.it/

Il titolo del nuovo album dei Sigur Rós è un simpatico scioglilingua indecifrabile per i non islandesi (ma tradotto vuol dire “Con un ronzio nelle orecchie suoniamo all’infinito”).
Ad ogni disco dei nostri i due pensieri che si rincorrono e si scontrano sono sempre i soliti: noia mortale o volo sopra le nuvole?  Un po’ tutti e due chioserei, regalando più punti agli esordi.
Infatti i primi dischi avevano una cifra stilistica che affondava le mani fino ai polsi nel post-rock più etereo e sognante aiutato dalla latitudine di provenienza dei quattro e dalla lingua-idioma utilizzata e ideata ad hoc dal frontman. Qualcosa di leggermente diverso da quello che girava da po’ nei dintorni di Chicago insomma.

Ma poi tutto è sembrato davvero sopravvalutato, a tratti indigesto, a tratti pesante. Più sbadigli che emozioni. Anche nei live. Anche se la band viene considerata quasi alla stregue dei Radiohead per una capacità di accarezzare gli ascoltatori e per creare un’atmosfera sognante.
Ma si sa. Molti esagerano, la fama che gira accresce le dimensioni e il quartetto assurge a banda culto senza sconvolgere con i propri lavori seguenti.

Nonostante tutto le novità di questo quinto lavoro sono diverse. Per la prima volta i quattro escono dal territorio amico. Si fanno produrre da Flood, e registrano in diverse location in giro per il mondo, da Reykjavík a Cuba. Per la prima volta arriva un brano cantato in inglese e poi, udite udite si fanno più acustici e più pop.
Rimane poco alla fine. Proprio poco. I mantra, le melodie soffuse, il piglio ancestrale, i pacati tappeti d’archi. Tutto questo ogni tanto ritorna come in passato. Ma qualcosa non va. Rimane poco che si possa trattenere vicino al corazon. Poco sostanza e davvero poco feeling creativo. Un fascino sempre più in calo?

Luca Freddi

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.