Giuliano Dottori, L’Arte della Guerra Vol. 1

giuliano-dottori-arte-della-guerra-vol-1-recensione-2014

giuliano-dottori-arte-della-guerra-vol-1-recensione-2014

“L’Arte Della Guerra Vol. 1”, si capisce fin dal titolo, è parte di qualcosa di più grande e non ancora completo. In senso più stretto e artistico il riferimento è ad un Vol. 2 che probabilmente non tarderà ad arrivare. In senso più ampio, invece, il riferimento è a tutto il percorso di maturazione che ha coltivato Giuliano Dottori in questi 4 anni di assenza.

Il risultato è un album che per volontà stessa dell’autore cammina su un sentiero definito ma fragile. È il risultato di anni di cambiamenti, l’elaborazione di un lutto, un’esigenza artistica nata e cresciuta senza fretta e probabilmente senza un vero obiettivo. Non è una critica, anzi, è una piacevole constatazione di dinamismo. Non è un punto di arrivo ma un importante tappa nella quale Giuliano Dottori si mostra più ispirato che mai.
Le 8 tracce ispirate alla famosa opera di Sun Tzu si muovono in costante equilibrio tra futuro e passato, mantenendo inalterata la cifra stilistica dell’autore, ormai ben definita negli anni, pur approdando verso nuovi temi. Anche solo leggendo i titoli dei brani si capisce che è un album segnato dal viaggio, dal movimento continuo e dal rapportarsi con ciò che c’è fuori da noi: “Quando Tornerai A Casa”, “Le Vite Degli Altri”, “La Nave”, “Occhi Dentro Gli Occhi”.
Un percorso concettuale che guida l’ascoltatore lasciandolo in balia delle parole ispirate di Dottori e della sua musica armoniosa, a volte quasi un sottofondo. Due grandi singoli, “Le Vite Degli Altri” e “I Fiori Muoiono Quando Ci Rattrista Perderli”, hanno anticipato l’album uscito il primo di aprile. Oltre a questi brani gli episodi più significativi del disco sono senza dubbio “Quando Tornerai A Casa” e “Estate #1107”.

Un album dolce ma non privo di storie in cui perdersi, da ascolte e riascoltare. Un’ennessima ottima prova da parte del talentuoso cantuatore milanese in attesa di un Vol. 2, auspicabilmente all’altezza delle rinnovate aspettative.


Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.