Music Attitude

Ke$ha Warrior

Kesha Warrior

Alla fine si è chiusa con un nulla di fatto la “bolla” chiamata Ke$ha, tornata nei negozi in questi giorni con “Warrior“. Non che con il suo precedente lavoro “Animal” fosse una cosa rivoluzionaria, ma almeno una manciata di pezzi (“Tik Tok“, “Blah Blah Blah” e “Take It Off“) era riuscita a tirar fuori (e, soprattutto, si era costruita attorno a) un’immagine sexy/trasgressiva che l’aveva posizionata come alternativa aggressiva e rozza a gente dal look più curato e sofisticato ma che, alla lunga, ha dimostrato di aver qualcosa da dire anche musicalmente (Katy Perry e Lady Gaga su tutte).

Perché questo “Warrior“, a malincuore, è un concentrato di nulla cosmico: tutto l’hype costruito attorno al suo secondo lavoro svanisce nel nulla, e per difendere l’indifendibile ci si deve aggrappare ad una “Die Young“, carina e niente più, e ad una collaborazione con Iggy Pop nella favolosa “Dirty Love“, nella quale viene però confermato quanto l’Iguana sia un’assoluta icona anche con il freno a mano tirato.

Nicola Lucchetta


Ke$ha – Die Young on MUZU.TV.

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.