Music Attitude

[Soft Rock] Snow Patrol – A Hundred Million Suns

[Soft Rock] Snow Patrol – A Hundred Million Suns (2008)

If There’s A Rocket Tie Me To It – Crack The Shutters – Take Back The City – Lifeboats – The Golden Floor – Please Just Take These Photos From My Hands – Set Down Your Glass – The Planets Bend Between Us – Engines – Disaster Button – The Lightining Strikes: (i) What If Storm Ends? (ii) Sunlight Through The Flags (iii) Daybreak

http://www.snowpatrol.com/
http://www.universalmusic.it/

Certi generi musicali nascono che quasi neanche te ne accorgi, ti giri un attimo e proliferano come funghi. Certe band nascono come indie e si ritrovano…come dire? Soft rock?
A quelli di Wikipedia piace il termine power pop: rock tranquillo e con un’aria più intellettuale della media, che fa tanto scena se messo al punto giusto durante un telefilm di successo. E’ il caso degli Snow Patrol, che con il nuovo A Hundred Million Suns cercano di bissare il successo di Eyes Open, disco più venduto del 2006 in Inghilterra e che ha permesso loro di accompagnare in tour gli U2.

Le sonorità del gruppo scozzese non sono cambiate, è rimasto pure lo stesso produttore Jacknife Lee, si è solo cercato di dare un po’ più di energia a qualche pezzo. Il problema del disco, ma un po’ di tutto questo genere musicale, è l’assoluta indifferenza dei brani. Si può far partire il cd in qualsiasi punto che tanto si ottiene la stessa formula: ci capita una traccia buona per leggerci un libro sul divano (come ‘Lifeboats’, ‘The Golden Floor’, ‘Set Down Your Glass’ e ‘The Planets Bend Between Us’) e poi quella più ritmata, con le chitarre che crescono e la linea melodica vocale che cerca di entrarci con educazione in testa.
Me mediamente i pezzi sono tutti assolutamente intercambiabili, quindi anche se il trittico di apertura ha un certo brio (ci sono dentro i due singoli ‘Crack The Shutters’ e ‘Take Back The City’) non dice niente di diverso rispetto ad una ‘Please Just Take…’ o ‘Disaster Button’. Insomma, il disco in sé trasmette davvero molto poco, è solo una collezione di due tipologie di canzoni (soft rok e soft e basta) che se capitano nello shuffle e ce le teniamo di sottofondo non danno fastidio, ma che non fanno certo girare la testa.
Finto rock pettinatissimo per inglesi.

Marco Brambilla

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.