Vampire Weekend Modern Vampires of the City

Vampire Weekend Modern Vampires of the City

Il terzo album dei Vampire Weekend coglie nel segno: da un lato la musica si mostra accogliente, calda e sinuosa, perseguendo traiettorie di rock indipendente anni Novanta e U2 clonati nel 21esimo secolo, afrobeat sfiorato in sogno, Paul Simon e Peter Gabriel, Talking Heads spesso e volentieri immersi in atmosfere romantiche punteggiate di fiati e tastiere, ritmi caraibici a metà strada fra Cuba e Giamaica, wave e world music, ancora Soweto e un po’ d’elettronica ingenua.

Dall’altro, però, ci sono i testi. Difficili, spesso pessimisti, quasi ermetici, in continuo conflitto con la vita e il peso dell’esistenza, non privi di riflessioni sulla morte e sullo sfacelo del pubblico e del privato. “Modern Vampires Of The City” è quindi un disco impegnativo, più di quanto possa apparire ad un primo ascolto. Ma è una grande opera, in cui il sound di Ezra Koenig e soci continua a farsi sempre più personale. I Vampire Weekend si confermano fra i pochissimi artisti maiuscoli sfornati dall’indie rock negli ultimi anni.


Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.