Music Attitude

Artas – Riotology

I viennesi Artas sono una giovane promessa dell’heavy metal, giunti ora al secondo album dopo il debutto del 2008. Poche sorprese ma una buona esecuzione: il loro thrash metal è potente e quadrato, omaggia i classici ma non si perde in sonorità retrò, prende qualcosa di moderno senza essere nu. In pratica, sono i Trivium senza assoli di chitarra.

Riotology” è lungo, così come la durata media dei pezzi: puntano molto sull’impatto e hanno una discreta dinamicità. Tutti i brani vanno all’assalto, con giusto quel paio di intermezzi acustici, ma alla lunga possono suonare un po’ ripetitivi. Di riff ne macinano ma la struttura dei pezzi è sempre piuttosto semplice; dato che di assoli manco a parlarne, l’unico elemento che fa la differenza rispetto a mille altre band simili è la voce del cantante. Oltre alla varietà di suoni che riesce a emettere (si va dal growl allo scream, passando per un melodico ruvido in linea con gruppi americani tipo Godsmack o Disturbed), il singer va oltre il canonico inglese, cimentandosi pure in varie lingue. Nonostante possa sembrare una trovata un po’ fine a sé stessa, ha i suoi momenti: è sempre bello sentire riff a nastro con sopra una voce germanica (o austriaca, in questo caso) che sbraita cose incomprensibili…poi fa capolino lo spagnolo (sembra di stare a casa dei Sepultura) e si arriva addirittura al francese che…no, non ce la fa ad essere credibile ma strappa comunque un sorriso.

Orgoglio europeo a parte, la band ha i numeri per costruirsi la propria nicchia nel mondo metal: tecnicamente ci siamo, ora servirebbe un po’ più di abilità nel costruire i pezzi.

Marco Brambilla

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.