[AvantGarde] Diamanda Galas – Guilty Guilty Guilty

 

8 Men and 4 Women (O.W. Wright) – Long Black Veil (Johnny Cash) – Down So Low (Tracy Nelson) – Interlude (Time) (Timi Yuro) – Autumn Leaves – O Death (Ralph Stanley) – Heaven Have Mercy (Edith Piaf)

Sito ufficiale dell’artista
Etichetta discografica

Diamanda la pazza, la strega, la regina dell’avant-garde, del gotico, 3 ottave e mezzo di voce. Una tecnica vocale e strumentale assolutamente fuori dall’ordinario. A 53 anni suonati la strega è ancora sensuale e terrificante.

Registrato live tra il 2005 e il 2006, Guilty Guilty Guilty raccoglie sette pezzi su amori tragici, reinterpretati dalla cantante americana. La ‘serpenta’ parte da radici blues, gospel e jazz per rimodellare strazianti lamenti d’amore, già resi noti da artisti come Johnny Cash ed Edith Piaf. Diamanda si contorce sul pianoforte, con un virtuosismo pieno di rabbia e passione: soffici blues crescono aizzati dalla tecnica percussiva della Galas fino a crescere in deliri avant-garde. La voce è ovviamente la vera protagonista: dalla disperazione al terrore, dalla speranza alla follia, Diamanda ha una totale padronanza delle corde vocali, tale da far precipitare una dolce e profonda ballata in un’invocazione demoniaca.

Per chi non ha idea di cosa stia capitando, si immagini una Anastacia (tanto per citare un’artista mainstream conosciuta) strafatta di assenzio e posseduta dal demonio. L’opera è molto interessante, anche più accessibile di altre produzioni dell’artista, anche se va presa comunque per quello che è: piano, voce, sperimentazione avant garde. Un’opera di buon livello e non dispersiva, che sarà di sicuro apprezzata da tutti i fan della cantante e dei temi, ma anche un buon punto di partenza per chi ha il coraggio di provare qualcosa di nuovo.

Marco Brambilla

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.