Music Attitude

Black Breath Sentenced To Life

Black breath cover

In un scenario che ha dato il suo massimo negli anni ’80 e ’90, trovare un gruppo che sappia dare modernità al thrash metal è quantomeno difficile. Ma non del tutto impossibile, come dimostrano i Black Breath. I quintetto di Bellingham, Washington, impartisce una chiara lezione di come dovrebbe essere il thrash negli anni ’10: un connubio di stile, violenza e modernità.  Quest’ultima, soprattutto, è conferita dall’eterno equilibrio sul labile confine tra metal e hardcore . Non a caso, la produzione del secondo full lenght degli statunitensi è stata affidata al chitarrista dei Converge Kurt Ballou, uno degli esponenti del settore.

Sentenced To Life” è un concentrato di chicche, che si alternano tra momenti cupi (uno su tutti nell’inquietante “Obey”), e fasi in cui a farla da padrona sono riff eseguiti a tutta birra, come in “Forced into possession” e la title track stessa. Alla loro seconda opera, i Black Breath ribadiscono l’intenzione, non troppo mascherata in realtà, di ridare smalto ad un sottogenere un po’ troppo bistrattato.  “Sentenced To Life” è un album genuino, veloce, grintoso e si potrà sicuramente fregiare del titolo di uscita thrash metal più interessante dell’intero 2012.

Claudia Falzone


YouTube

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.