Music Attitude

[Heavy Black Metal] Darkthrone – F.O.A.D. (2007)


These Shores Are Damned – Canadian Metal – The Church Of Real Metal – The Banners Of Old – Fuck Off And Die – Splitkein Fever – Raised On Rock – Pervertor Of The 7 Gates – Wisdom Of The Dead

http://www.darkthrone.no/
http://www.peaceville.com/

Sex with Satan the loudest song, sound like a hammer from hell!!!

La metamorfosi sembrava completa nel precedente “The cult is alive”, “F.O.A.D”. riesce ad arrivare OLTRE. Durante tutta la loro ricca e prolifica carriera i Darkthrone non hanno mai nascosto una passione viscerale e sincera per le sonorità ottantiane di Celtic frost e Bathory e su “The cult is alive” questa rosa di influenze si era decisamente ampliata per andare a toccare addirittura gruppi come i primi Maiden e soprattutto i Motorhead. Continuando decisamente in questa apertura le due icone del black metal Fenriz e Nocturno culto inglobano nel loro marcissimo e sulfureo sound altri gruppi che popolavano numerosi la NWOBHM e gli anni ottanta in generale. Manilla road, Cirith ungol e ovviamente Venom vengono ripresi e riletti più o meno palesemente dando vita ad una creatura divertentissima, ma carica del solito odio misantropico. Tutto ciò ovviamente farà la felicità dei fan degli eighties e sicuramente continuerà a far storcere il naso ai detrattori del nuovo corso revival del gruppo. Già perché i Darkthrone non hanno un passato facile da scrollarsi, essendo tra i più grandiosi gruppi Black metal, e come ben sapete al termine black metal purtroppo spesso vanno associati aggettivi come intransigenza e chiusura mentale. Per chi invece non pretende il ‘solito’ “Transilvanian hunger” questo disco può rappresentare qualcosa di veramente interessante.
Le perle si sprecano: “Canadian metal” (un’icona del metallo anni ottanta), “The church of real metal”, la title track, “Splitkein fever” o “Raised on rock” ci attillano i pantaloni e ci cotonano i capelli al primo ascolto in un turbinio di headbanging con una pinta in una mano e le cornine nell’altra. In ogni caso badate bene, questo non è assolutamente un album di cover. Infatti nonostante le palesi influenze la qualità e la personalità risultano al solito altissime come in ogni uscita targata Darkthrone. La genuinità invece è garantita da un Fenriz ispiratissimo sia dietro alle pelli sia dietro al microfono in alcuni episodi, impegnato in prove vocali d’altri tempi (vedi Warrior o Cronos). Ulteriore nota di colore sono le dediche dello stesso Fenriz di ogni singolo brano, nelle quali si citano Black sabbath, Omen, Motohead, Celtic frost e chi più ne ha più ne metta. Volendo riassumere FOAD in un’iperbole: i Cirith ungol corrosi dall’acido. Volendolo riassumere in un aggettivo solo: trascinante.

Di seguito i dischi BUY OR DIE citati a fine booklet, utilissimi per dare un’idea delle influenze di FOAD:
Fenriz:
Bludwulf-Cryptic revelations
Agent steel-Skeptics apocalypse
Zemial-Face of the conqueror
Sentinel beast-Dephts of death
English dogs-Where legend began
Cirith ungol-Frost and fire
Attacker-Battle at Helm’s deep
Manilla road-Crystal logic
Axegrinder-Rise of the serpent men
Blessed death-Kill or be killed

Nocturno culto:
Slaughter-Strappado
Merciful fate-Don’t break the oath
Venom-Black metal
Repulsion-Horrified
Black Sabbath-Master of reality
Bathory-Twilight of the gods
The residents-Duck stab/Buster and Glen
Mayhem-Ordo ad chao
Autopsy-Critical madness
Treblinka (SWE)-Crambling in vomits

M.M.

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.