[Jazz-Core] Ephel Duath – Through My Dog’s Eyes

 

[Jazz-Core] Ephel Duath – Through My Dog’s Eyes (2009)

Gift – Promenade – Breed – Silent Door – Bella Morte – Nina – Guardian – Spider Shaped Leaves – Bark Loud

http://www.myspace.com/ephelduath
http://www.earache.com

In un clima di esterofilia dilagante, è bello vedere uno dei nomi più importanti del panorama underground nazionale, gli Ephel Duath, tornare sulle scene con un album valido e intenso. Tutto questo, a quattro anni di distanza dal loro ultimo disco in studio (“Pain Necessary to Know”).

Con un concept nel quale viene esplorata la vita di tutti i giorni attraverso gli occhi di un cane, la band di Davide Tiso si stacca dalle influenze post-core che hanno influenzato i precedenti lavori (tra cui “The painter’s palette”, il più bel disco italiano degli ultimi dieci anni), diventando un gruppo che prende il jazz e la fusion e lo porta ai giorni nostri, senza però dimenticare il passato. In questo “Through my dog’s eyes”, il talento e la creatività degli Ephel Duath si evolve ad un livello superiore rendendo i Nostri, già di loro eclettici, un act che ormai può seguire tranquillamente le orme lasciate da Zappa in passato e da Mike Patton in tempi più recenti. Un progetto importante che vede la pesante presenza di Ben Weinman dei Dillinger Escape Plan come ospite speciale: sue le parti elettroniche della conclusiva “Bark loud”.

Non è un caso che la Earache, etichetta britannica nota in ambito estremo, creda da anni nel combo nostrano: senza tanti giri di parole, gli Ephel Duath sono la band italiana più talentuosa del genere. Con questo “Through my dog’s eyes”, sono riusciti a confermare tutte le buone parole spese nei loro confronti in passato. Già a gennaio, possiamo parlare di una delle uscite più importanti di questo 2009.

Nicola Lucchetta

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.