Music Attitude

Soulfly Enslaved

soulfly-enslaved-cover

Ottava release per i Soulfly di Max Cavalera. Se “Omen”, il capitolo  precedente, aveva lasciato leggermente titubanti per il rallentamento generale che sembrava aver colpito la band, “Enslaved” è il colpo di reni per riprendere il discorso dove era stato interrotto. La formazione si è, per fortuna, ricordata chiaramente cosa voglia dire pestare come se non ci fosse un domani. Si è tornati ad un sound totalmente thrash, ammiccante alla vecchia scuola. Due esempi su tutti: “Intervention” e “Gladiator”, che suonano molto di già sentito ma senza arrecare fastidio all’ascoltatore.

“Plata o Plomo”,  invece,  si fa apprezzare per l’uso del portoghese, idioma d’origine del vulcanico frontman. “Enslaved” non sarà il disco della vita, né sarà mai il pezzo essenziale della discografia del gruppo, ma è un tentativo onestissimo (e in parte ben riuscito) di provare a ripercorrere una strada calpestata più volte e che, a suo tempo, ha portato ottimi risultati.

Claudia Falzone


YouTube

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.