[Cantautorato] Antony & The Johnsons – The …

 

[Cantautorato] Anthony & The Johnsons – The Crying Light (2009)

Her Eyes Are Underneath The Ground – Epilepsy Is Dancing – One Dove – Kiss My Name – The Crying Light – Another World – Daylight And The Sun – Aeon – Dust And Water – Everglade

http://www.antonyandthejohnsons.com
http://www.secretlycanadian.com/

L’ascolto di questo The Crying Light, dedicato a Kazyo Ohno, coreografo e danzatore giapponese oggi ottantaduenne e che fa bella mostra di sé in copertina, per il sottoscritto è stato come la petite madeleine proustiana. un fulmine, un colpo, uno shock che mi ha fatto rivivere alcune sensazioni dell’infanzia ormai dimenticate.
Purtroppo questo è stato l’unico effetto positivo ricavato dal disco, per il resto parlerei di noia e fastidio.

Partiamo dalla voce, il tono baritonale ipervibrato del nerd cicciottello Anthony Hegarty risulta intrigante per il primo minuto di ascolto, poi diventa ridicolo e infine grottesco. Solitamente per descrivere il suo approccio vocale si citano una sfilza infinita di grandi voci, per quanto mi riguarda, Anthony ha semplicemente preso Elvis e lo ha dotato di quel fastidioso vibrato lagnoso… e questo è male, molto male.
Elvis è il Re, considerando che non puoi imitare il Re e farla franca, è prassi comune che recuperare il suo stile vada bene esclusivamente per due finalità: l’operazione nostalgia e la citazione burlesca. Ma Anthony è serio (quindi non si scherza) ed è un grande artista (quindi non cita nostalgicamente) e il tutto si riduce ad adattare la voce del Re a noiosissime e insulse nenie di pianoforte e/o chitarra acustica che puzzano di vecchio come un cappotto ritrovato in cantina dopo troppi anni.
Appropriarsi di uno stile passato di moda per riattualizzarlo a contesti moderni è qualcosa di sensato, Anthony però si limita a ripetere tali e quali formule degli anni 50 e 60, seppellite sotto quintali di zucchero e condite dalla sua fastidiosa vocina.

Morale, un disco per pischelli dalle smanie intellettuali che vogliono stupire altri pischelli vantando gusti variegati e raffinati, nella realtà abbiamo un prodotto che è ‘artistico’ quanto può essere definito ‘alta cucina’ un 4 salti in padella.

Stefano Di Noi

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.