[Hard Rock] Europe – Secret Society (2006)

Secret Society – Always the Pretenders – The Getaway Plan – Wish I Could Believe – Let the Children Play – Human After All – Love is not the Enemy – A Mother’s Son – Forever Travelling – Brave and Beautiful Soul – Devil Sings the Blues

http://www.europetheband.com/
http://www.sanctuaryrecords.com/

L’ uscita del precedente “Start From The Dark” aveva fatto storcere il naso a chi attendeva dalla reunion un ritorno alle sonorità anni ottanta, che aveva decretato sì la fortuna del gruppo, ma anche la sua dipartita. L’album aveva invece entusiasmato stampa e pubblico più prettamente hard, memori di un avvio di carriera all’insegna dei riff settantiani del grande John Norum, che aveva lasciato il gruppo proprio per incompatibilità musicali. “Secret Society” è il degno successore del disco del 2004: come tutti i dischi dopo quello della reunion suona più compatto e anche in questo caso il cantante Joey Tempest è l’unico del gruppo ad aver partecipato alla stesura di tutti i testi. Lo stesso Tempest si esprime a livelli superiori rispetto alla prova precedente, quasi avesse recuperato la voglia di osare e di superare i propri limiti. Lo stesso discorso può valere per Norum. Il chitarrista è il protagonista assoluto dell’album, crea riff con una facilità imbarazzante e si muove con una sicurezza che non lascia dubbi sul suo stato. Pensare a “The Final Countdown” e sentire l’iniziale, squadratissima title track può far pensare ad un gruppo totalmente nuovo. Ed è proprio per questo ispessimento dei toni e per la voglia di rischiare che ha avuto senso una reunion che, altrimenti, li avrebbe fatti dimenticare dopo il primo album. Il primo singolo “Always The Pretenders” è rock potente, con un riff maestoso che non può lasciare indifferenti. La stupenda “Forever Travelling”, pervasa di tristezza e pathos, ma mai scontata e pezzi come “Brave and Beautiful Soul” o la dolce “A Mother’s Son” rendono bene l’idea di cosa siano oggi gli Europe.

L.G.

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.