Lostprophets Weapons

lostprophets weapons

lostprophets weapons

Saranno poco conosciuti in Italia, ma in Regno Unito i Lostprophets sono uno dei gruppi di punta dell’ondata alternative: in un mercato che naviga in acque totalmente diverse rispetto a quelle tricolori, l’uscita di “Weapons” era destinata d’ufficio ad essere tra le più attese dell’anno. E i gallesi falliscono di brutto la preziosa occasione: il nuovo lavoro dei britannici non è brutto, ma puzza di anonimo e già sentito lontano un miglio.

Un disco marchetta, si potrebbe dire: i Nostri confezionano un prodotto perfetto dal punto di vista della forma, ma con ben poca sostanza all’interno. L’inizio non è dei migliori: “Bring Em Down” è un pezzo di apertura fulmineo e il singolo di lancio, ma che lascia un po’ l’amaro in bocca, soprattutto se a seguire troviamo una “We Bring An Arsenal” dall’intro che è tra le cose più brutte che si siano sentite in questi primi mesi del 2012. Il resto del lavoro segue le direttive segnate delle due tracce iniziali: tanto mestiere, diversi spunti degni di nota e qualche scivolone clamoroso, come tutta la parte finale che può essere definita un unico filler.

“Weapons” è tutto fuorché un buon lavoro: vengono infatti spazzate via, in una manciata di minuti, tutte le positive aspettative nate dal precedente, e nettamente migliore, “The Betrayed“. Saranno dei campioni on stage, ma in studio il crollo è stato così verticale che un palese tributo a quel nu metal che fu su “Better Off Dead” risulta, nella conta finale, il miglior brano del lotto.

Nicola Lucchetta

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.