Music Attitude

[Rap] Co’Sang – Vita Bona (2009)

  

80 90 – Mumento D’Onestà – Indy-geni – Riconoscenza – Amici Nemici – Nun saje Nient e Me – Che Me Dice Casa Mia – 6 Chello Ca Si – Quanno Me Ne So Juto – Rispettiva Ammirazione – Nun Me Parla ‘E Strada – Vita Bona

www.cosang.com

Parlare dei Co’ Sang vuol dire parlare di Napoli e anche del caso Gomorra. Tutto interconnesso con la stampa e la “moda” Saviano.
Partiamo dall’inizio. Nel 2005 esce il loro disco “Chi more pe’ mme” e diventa ben presto uno dei casi discografici pompato su tutta la stampa, anche quella alternativa. L’interesse sboccia probabilmente anche perchè è più o meno lo stesso periodo in cui esce il best sellers di Saviano.

Siamo ad oggi. Esce il secondo album con distribuzione Universal.
Basta solo un ascolto per tributare al duo i giusti consensi per il nuovo lavoro. Coerenza e capacità artistica risaltano subito.
Le loro posizioni rimangono le stesse, mentre fuori vanno e vengono le mode, si accendono e si spengono i riflettori su quella Napoli e sul Sud molto dimenticato. Sono chiari e dicono “Noi non rappresentiamo le strade ma le persone che ci sono dentro…cerchiamo di fare musica motivata da una sofferenza che non è solo causata da un fenomeno criminale”. Non vogliono sfruttare il torrente di artisti che cavalcano l’onda Saviano. Semplice.

Antonio Riccardi (Ntr) e Luca Prudente (O’Luchh) raccontano ancora la realtà amara in rima. La realtà del capoluogo campano stretta tra camorra e politica, la strada, le difficoltà. I Co’ Sang raccontano quello che vedono. Con una cristallinità invidiabile.
Ottima produzione, atmosfere cupe, belle basi potenti e collaborazioni come Raiz, Marracash, Fuossera.
Con questa buona conferma, ora sono davvero una realtà e un patrimonio del rap italico.

Luca Freddi

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.