[Reggae/Dub] Torpedo – Terrastation (2009)

 

Alto Voltaggio – Sempre la stessa musica – Terrastation – Una partita alle slot – Come una cavia – Nel ventre della balena – Confini (feat. Lee Perry) – Passo Dopo Passo
– Baci dall’underground – Roma nun fa la stupida stasera – Da chi stai fuggendo – La musica nel sangue

http://www.torpedoweb.it

Da qualche tempo non si facevano sentire. Arriva ora il terzo lavoro dei romani Torpedo. Li avevo sempre trovati un po’ acerbi e forzati nell’accostamento di un reggae-rock che ha avuto alfieri e numi tutelari importanti qui in Italia con cui confrontarsi.
Non nascondo una certa sorpresa a trovarmi davanti un disco davvero ottimo negli arrangiamenti, nello spirito, nella freschezza, nella composizione totale.

Ovvio che tutto quanto è stato scritto in questo territorio di mix di stili in levare, ma qui avrete la possibilità di ascoltare tra le migliori uscite di genere degli ultimi anni. Ai rimandi sentiti col cuore di Fratelli di Soledad, Africa Unite e certi Casino Royale c’è un gusto personale nella creazione dei brani.
La loro contaminazione tra generi, reggae, dub, punk, elettronica (drum’n’bass) è esplosa sancendo una ragguardevole maturazione. Nelle dodici tracce dove non c’è un pezzo a fare da traino, ma che qualitativamente mantiene uno stesso piano alto.

Nel disco collaborano poi diversi amici della band tra cui Papa Nico degli Africa Unite, Sandokan e Sandro Travarelli della Banda Bassotti. Poi da segnalare partecipazioni illustri come il genio del dub Lee “Scratch” Perry, e Stefano Benni, che ha scritto il testo della bonus track “La musica nel sangue”, bonus track dell’album.

Non da ultimo la copertina del disco è stata curata dai due noti street artists romani, Sten e Lex, la cui fama si sta estendendo in tutta Europa. Potete ritrovare i loro stencil e poster nel paesaggio urbano non solo della capitale ma anche di molte città europee (Londra, Parigi, Barcellona).

Luca Freddi

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.