Music Attitude

The Mighty Mighty Bosstones The Magic Of Youth

mighty mighty bosstones magic of youth recensione

Tornano i The Mighty Mighty Bosstones e lo fanno in grande stile, con il nono disco, ‘The Magic Of Youth‘, che lo stesso frontman Dicky Barrett definisce come damn good. L’ultimo lavoro, pubblicato a distanza di soli due anni dal precedente, ‘Pin Points And Gin Joints‘, vede ancora Ted Hutt (ha lavorato con Flogging Molly, MxPx, Dropkick Murphys, Street Dogs, Jesse Malin, Chuck Ragan e Bouncing Souls su tutti) alla produzione; una garanzia di qualità, qualora ve ne fosse bisogno, per quella che può essere considerata l’ultima fatica dei padri putativi dello skapunk.

L’apertura del disco è affidata a ‘The Daylights‘ e si viene subito catapultati in questa nuova dimensione ricca di riff tormentone da ascoltare in loop, conditi da fiati mai banali e di cui non si abusa troppo per tutto il disco, il tutto legato dalla voce di Barrett, sporca, tagliente a volte addirittura perforante. Segue il singolo europeo ‘Like A Shotgun‘, una delle migliori tracce presenti sul disco, diretta e dal titolo emblematico, dopo l’ascolto ci si sente come se nelle orecchie fosse entrato un colpo di fucile a pompa e che qualcosa sia incastrato nel cervello tanto da creare una dipendenza.

Altri pezzi da non sottovalutare sono ‘The Upper Hand‘, ‘The Ballad Of Candlepin Paul‘ e ‘They Will Need Music‘. ‘Open And Honest‘ è il giusto diamante incastonato nella posizione di maggior visibilità, chiude un album ricco di possibili singoli e perle senza sfigurare, anzi, avendo la peculiarità di racchiudere in una manciata di minuti tutte le caratteristiche fondamentali dei Bosstones.

Fan e non fan unitevi quindi, qui non si parla di una moda, non abbiamo tra le mani il solito prodotto costruito a tavolino, ma un bel disco pieno di buona musica e riff a cui è impossibile dire (metaforicamente) no. Piede e testa si muovono all’unisono, a tempo, per circa quaranta minuti di puro skapunk vecchio stile ma fatto talmente bene da suonare fresh anche nel 2011. Senza dubbio si parlerà molto di questo disco, il sentore è quello che nessuno rimarrà deluso date le premesse e le potenzialità contenute in ‘The Magic Of Youth‘.

Federico Croci

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.