Music Attitude

Xiu Xiu Always

Xiu Xiu - Always

I macro-prolifici Xiu Xiu celebrano i dieci anni di carriera col nono album di studio, dato alle stampe il 28 febbraio scorso e intitolato Always. Si intravede sin dai primi brani come il gruppo, da sempre non amante degli schemi ben delineati e precisi (basti vedere i continui cambiamenti di formazione o i voli pindarici strutturali delle loro precedenti fatiche), qui sembra darsi una regolata – in tutti i sensi.

Si parte con un ritorno di alcuni ex-membri della formazione, a fornire sostegno al sempre presente Jamie Stewart, continuando poi con una organizzazione interna dei singoli brani molto più rigida e programmatica (senza per questo privarsi degli improvvisi cambi di rotta, accompagnati dalle classiche cacofonie ben presenti nel dna della band). Con una forma-canzone nettamente più standard, gli Xiu Xiu musicalmente appaiono come gli Arcade Fire che incontrano i New Order, mantenendo però i toni cupi e le tematiche poco rassicuranti di sempre. Abbiamo così, sopra il consueto tappeto elettronico, un andamento folkeggiante in pezzi come Joey’s Song, Beauty Town e Honey Suckle, che ricordano nettamente nel cantato Win Butler e soci. Va detto però che queste tracce (pur partendo da ottimi presupposti), mancano a tratti di una dinamica davvero coinvolgente e lasciano a fine ascolto un non marginale senso di incompiutezza. E difatti è nei punti in cui l’elettronica tocca il picco più alto che abbiamo gli Xiu Xiu più ispirati, coinvolti e coinvolgenti. Questo accade nelle finali Born To Suffer e Smear The Queen, in coda alle quali si estendono saettanti sfoghi electro-noise.

Come scritto in precedenza, la tematica dei testi rimane quella (cupa) di sempre. Dal tentativo di suicidio di un ex-membro del gruppo (Chimney’s Afire), alla drammatica scelta di rinunciare ad un figlio (I Love Abortion), alla sfruttamento delle donne nelle fabbriche cinesi (Factory Girl). Ed è su questo lato, più prettamente emotivo, che gli Xiu Xiu colgono al meglio la cruda lezione dei Joy Division (band alla quale hanno sempre dichiarato di ispirarsi): la trattazione di ciò che non è facile, che forse a molti non piace sentire, ma che va detto.

Andrea Suverato


YouTube

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.