Ancher Verdelegno

ancher verdelegno recensione

Atmosfere morbide ed eteree per Ancher, formazione veneta che debutta con il suo “Verdelegno”. Un album che nasce “dopo un periodo di prove bucoliche sui prati delle colline veronesi”, catturando i suoni e i silenzi della natura circostante. Sensazioni e colori trasformati in musica.

Il lavoro non si presta a un ascolto distratto o al sempre più comune fast-listening. I brani sono costruzioni elaborate in cui l’ampia strumentazione appare libera di esprimersi, senza perdere mai l’orientamento. Il tutto produce un delicato contenitore di suoni e soluzioni che si discostano dalle produzioni convenzionali. Un affascinante esempio di cantautorato made in Italy, che fornisce un contatto non solo immaginario con il paesaggio. Il disco è protetto da una confezione realizzata artigianalmente con legno di pino timbrato a fuoco, che favorisce un legame sensoriale con l’esterno anche attraverso il tatto.

Riccardo Rapezzi

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.