Music Attitude

Arch Matheos Sympathetic Resonance

La coppia Arch/Matheos dovrebbe evocare nei più nostalgici metallari anni ottanta, i primi tre dischi marchiati Fates Warning, quelli in cui c’era più heavy metal che progressive, quando il marchio US si faceva sentire eccome nelle composizioni. A distanza di un sacco di anni (25 dal 1986, quando uscì “Awaken The Guardian“) Arch torna a metter la voce in “Sympathetic Resonance“, al servizio di una band pazzesca, che oltre a Jim Matheos vede Bobby Jarzombek (batterista assurdo), Joey Vera e Frank Aresti in line-up.
Sei brani per poco meno di un’ora di ottima musica, di chiara matrice prog metal con buoni inserti di classic e aperture melodiche azzeccatissime. Un lavoro che farà la gioia di chi è rimasto deluso dalle ultime prove dei Dream Theater e che può essere una seria sorpresa per gli amanti delle sonorità hard & heavy dai tempi dispari e dall’elevata qualità. Consigliato.

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.