Detroit – Escape Artists

detroit escape artists recensione
Ottime idee alla base di Escape Artists, il debutto dei milanesi Detroit per Wynona Records. I brani ci sono e il gruppo ha a suo favore la capacità di variare in essi il ritmo, proponendo parti ed arrangiamenti molto intricati per il genere. L’unico limite è il fatto che i nostri spesso non sono in grado di graffiare e “far male”: quando un urlo non avrebbe sfigurato, il cantante Mike decide di optare per una via melodica poco redditizia. Pochi difetti per la giovane band lombarda, ma i tanti punti a loro favore ci fanno pensare che in futuro avranno qualche possibilità di sfondare.

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.