Egypt Central – White Rabbit

egypt central white rabbit 2011 review

Il loro debutto aveva illuso parecchi ascoltatori di alternative nel ‘lontano’ 2008. Il secondo disco degli Egypt Central è un concept abbastanza lineare, “White Rabbit” e vari temi di morte, cocaina e demoni interni si susseguono in brani non esattamente ispirati e troppo (troppo) piatti, nonostante l’abbondante cura dedicata a produzione e booklet interno. L’identità che seppur derivativa emergeva dalle clamorose “Taking You Down” e “You Make Me Sick” viene abbandonata per assimilarsi il più possibile al gusto attuale americano per il modern rock e l’alternative. Non basta un anthem come “Kick A- -” (tra l’altro terribilmente simile ai Saliva degli ultimi tristi tempi) o parecchia melodia gradevole ad alzare il tiro di un album che passa senza lasciar traccia. Paradossalmente sono i momenti più pacati a risultare più interessanti (“Enemy Inside Pt.2” e “Dying To Leave”) di una titletrack energica ma prevedibile. Non un brutto lavoro ma troppo anonimo per differenziarsi in una scena sempre più inflazionata, di certo le radio mainstream rock d’oltreoceano apprezzeranno.

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.