Ghost Opus Eponymous

I Ghost sono considerati tra le band più interessanti del panorama Scandinavo e una volta tanto non suonano swedish death o black. Il sound di Opus Eponymous è dannatemente retrò, quasi a ricordare l’hard rock settantiano però mischiato con la lezione che i Mercyful Fate hanno insegnato sin dai primi anni ottanta. Dicono che il demonio è bello e ci credono pure tanto a quanto pare, visto che fanno i concerti incappucciati, il singer si veste da cardinale col mascherone della morte e tante altre belle cose. Certo, a un primo ascolto uno potrebbe pensare di essere di fronte a una band del liceo che non ha nemmeno i soldi per pagarsi una produzione decente, ma non fermandosi alle apparenze si scopre una band che ha un’identità fortissima ed è, pur apparendo fuori tempo massimo, originale e credibile. L’inizio è quanto meno interessante, il tempo ci spiegherà meglio la vera caratura dei Ghost…

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.