Music Attitude

Kate Bush – Director’s Cut

Kate Bush Directors Cut Recensione

Sei anni dall’ultima esecuzione in studio. La Bush torna con “Director’s Cut”, una selezione di brani estratti da “The Sensual World” e “The Red Shoes”, rispettivamente del 1989 e del 1993. Una manciata di classici rivisitati in chiave moderna, cercando di mantenere l’eleganza e la delicatezza di sempre. «Un soffio di vita nuova», a dirla come Kate. Le armonie dal sapore orientale di “Flower of the Mountain” e i giochi vocali del singolo “Deeper Understanding” guidano fino ai ritmi folk di “The Red Shoes”. Note costrette poi a spengersi in un’interminabile “This Woman’s Work”. Seguono “Moment of Pleasure”, con un pianoforte a fare da spina dorsale e “Top of the City” con le sue esplosioni di piatti. “Rubberband Girl” da una sterzata al disco e il finale è tutto rock ’n’ roll.

Dietro l’apparente desiderio della stessa artista di rivivere i propri anni novanta, sembra celarsi invece l’intenzione di rimanere a galla con un prodotto che, in soldoni, non propone nulla di nuovo. Scelte e risultati che fanno di “Director’s cut” un album per affezionati.

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.