Kisses From Mars Birth Of A New Childhood

Kisses From Mars Birth Of A New Childhood Recensione

Attivi da qualche anno, dopo un paio di ep, gli italiani Kisses From Mars arrivano all’agognata prova del nove del primo album ufficiale. La loro proposta è un rituale psych rock con il cuore negli States e un incedere delle chitarre che cerca di dipingere paesaggi pastorali. Alla ricerca continua di densità sonora, si impennano o si abbandonano a cavalcate progressive, a momenti psichedelici e ad aperture post-rock.

Insomma ci mettono dentro un po’ di elementi interessanti senza però convincere al cento per cento nell’esito finale dei brani. Pezzi magari non troppo saporiti, alcune volte la freccetta non arriva al centro del tabellone dai cerchi concentrici, o alcuni passaggi sono un po’ ordinari, mentre altri risultano un po’ annacquati.

Luca Freddi

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.