Memphis May Fire The Hollow

Della serie <<non inventiamo nulla ma ti facciamo compagnia per tre quarti d’ora>>, eccovi il nuovo Memphis May FireThe Hollow“, secondo disco da studio per la band guidata dalle grida di Matty Mullins, che spesso si dolcificano per linee clean e ritornelli accessibili. La formula è il metalcore canonico con qualche inserto elettronico ben dosato e sostanzialmente le solite soluzioni per il mosh sentite da anni a questa parte. Da queste parti se li filerà quasi nessuno, in US e UK è probabile che qualcuno li metta sul podio di fine anno insieme ai prossimi Rise To Remain e li possa vedere come supporto per Enter Shikari o in qualsiasi fest che veda le nuove leve del metalcore in azione. Innocuo ma anche di compagnia.

 

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.