Pharaoh Bury The Light

pharaoh_bury_the_light

E’ il solito dischetto di metallo classico e onesto quello che i Pharaoh rilasciano puntualmente su Cruz Del Sur. “Bury The Light” è la conferma che la band sa fare molto bene quel che propone da anni, Tim Aymar grida e interpreta bene i passaggi di un album già sentito migliaia di volte (anche da loro stessi sul buonissimo “The Longest Night” di tot anni fa) e che può interessare solo chi è davvero un patito della scena.
Tuttavia l’utilità dei Pharaoh nel 2012 è notevole, visto che sono un approdo sicuro per chiunque voglia dimenticarsi di sonorità moderne, finte, plastificate, monotone e tornare giovane col chiodo e riassaporare quel senso di appartenenza a un mondo, quello metal, che bene o male resterà sempre nel profondo dei cuori di chi lo ha conosciuto e abbracciato in tenera età. Sì, oggi siamo romantici e conservatori quindi?

Paolo Sisa


YouTube

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.