Usher Looking 4 Myself

Usher Looking For Myself Recensione

Usher Looking For Myself Recensione

A due anni da “Raymond V Raymond”, Usher è di nuovo in classifica con “Looking for myself”. L’artista torna sul concept dance/elettronico adottato di recente, senza rinunciare alle sue innate sfumature soul e R&B. Energia e sensualità, infatti, si alternano nel corso di tutto il disco, tanto da risultare eterogeneo e mai scontato o dozzinale. La voce, neanche a dirlo, è il perno su cui ruota l’intero progetto adattandosi perfettamente a ogni soluzione. La gamma di performance offerte è davvero ampia ed è sufficiente ascoltare i primi tre singoli per averne un’idea. “Climax”, sexy e ipnotica; “Scream”, hit da dance floor; “Lemme See” per un’interpretazione decisamente più black delle precedenti, con la preziosa collaborazione del rapper Rick Ross. Al disco hanno partecipato anche Pharrell in una geniale e deliziosa “Twisted”, e Luke Steele degli Empire Of The Sun nella title track.

Riccardo Rapezzi


YouTube

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.