Volcano! Pinata

Volcano! Pinata Recensione

Volcano! Pinata Recensione

Aaron Smith, Mark Cartwright e Sam Scranton sono di nuovo in pista. Con l’uno-due “Beautiful Seizure” e “Paperwork” li avevamo applauditi fino a spelarci le mani. Dopo quattro anni di silenzio assoluto i tre tornano alla carica. Ok, gli anni sono passati e l’impatto art rock degli inizi si è perso per strada. Oh madonna no, direte. No, non sono bolliti. Hanno solo virato i sapori sonori al pop ma con l’immancabile genio. Un surf musicale che mantiene di sicuro la tensione, la melodia sghemba e il ritmo, anche se ora appaiono meno muscolari ma sempre pieni zeppi di colori. Nove brani funky tropicalisti consumati ad un tavolino con David Byrne e David Thomas più qualche cocktail tra Xtc e Architecture In Helsinki. Un disco dalle grandi potenzialità e pronto per rinfrescare questa calda estate.

Luca Freddi


YouTube

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.