Francesco Paura Slowfood

paura-slowfood-cover

A Francesco Paura piace il cibo. Ma a Francesco Paura piace anche (e molto) la musica rap. Comunque sia, a Francesco Paura piace la roba fatta come si deve, con calma, cura e attenzione per i particolari. Se sul primo versante, quello del mangiare, l’unico modo per averne la prova sarebbe uscire a cena con lui, per quanto riguarda il secondo campo basta ascoltare il suo nuovo disco “Slowfood” per averne conferma. L’ex 13 Bastardi, attualmente membro del trio Videomind con Clementino e il dj Tay One, si concede uno spuntino musicale sfizioso e ricco di sfumature, con pezzi trascinanti come “Zombie” e altri più introspettivi come “Drive”, ben calibrato nella durata e senza episodi che non siano all’altezza del disco nel suo complesso.

Tra ritmiche hip hop più tradizionali e concessioni alla dubstep tanto in auge, a spiccare è comunque lo stile personale di Paura, che costituisce un filo rosso lungo tutte le dodici tracce con il suo flow posato, calcolato e mai eccessivo. L’esperto mc non cerca infatti mai di strafare, evitando inutili virtuosismi e sbrodolamenti, il tutto in favore della compattezza del prodotto finito. Perché la filosofia dello Slow Food si può applicare anche alla musica, almeno quando è fatta con attenzione alla qualità da qualcuno che pratica il “mestiere” da anni e ne conosce i trucchi e i segreti.  Tante le citazioni da cinema, videogiochi, fumetti e serie tv, soprattutto nella potente “999 Hit Combo”. Non mancano, ovviamente, amici e complici ad arricchire il disco: tra gli ospiti i due soci Videomind, i veterani Cenzou e Shaone, il giovanissimo Rocco Hunt, Ghemon, Mad Buddy, Danjlo e Raiz degli Almamegretta, che presta la voce a uno dei brani più intensi di “Slow Food”, “Apocalypse Now”. Uno dei migliori dischi hip hop degli ultimi tempi.


Marco Agustoni

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.