Music Attitude

Children Of Bodom – Rolling Stone, Milano 2 gennaio 2006

E così in qualche modo un paio di amici miei mi hanno fatto una trasfusione e sono riusciti a trascinarmi al Rolling Stone al due di Gennaio (criminali) per il concerto dei Bodom, che io pensavo ‘sono finlandesi e metallari, saranno marci come arance ad Agosto’ e invece erano più in forma (o più drogati) di me. Il locale poi era pieno di ragazzini, e quando il 90% dei webzinari vi dirà “Eh, codesto campione demografico dimostra la scarsità del gruppo musicale, dato che i suoi estimatori sono perlopiù giuovini in età scolare” io vi dico “no sono felice perché il metallo deve avere la linfa dei giovani ragazzini e non di qualche bavoso webzinaro di 30 anni!” Comunque, dopo un paio di supporter che potevano interessare giusto a 5 persone in sala, sono saliti sul palco Alexi Lahio e soci. Grazie a dei suoni abbastanza buoni, i 5 bambini finlandesi (tranne il chitarrista Roope Latvala, che è un vecchio ma gli vogliamo bene lo stesso) hanno piazzato un concerto interessante e costruito su una scaletta bella corposa, che oltre a proporre nella giusta misura l’ultimo (e bruttino, per me) “Are You Dead Yet?” è tornata a ripescare i piccoli ‘classici’ del gruppo come “Downfall”, “Lake Bodom” e “Silent Night, Bodom Night”. Tra l’altro è stata la prima volta dei Bodom in Italia come headliner, e i ragazzi hanno tenuto bene il palco. Hanno messo tanta carne al fuoco, Alexi ha fatto poco il pagliaccio (far piroettare in giro la chitarra va bene, ma fino a un certo punto), hanno suonato tutti senza sbavature e hanno sfoggiato nella giusta misura con qualche assolo di stampo tamarro-virtuoso. Insomma, è bello che i Bodom riescano a raccogliere un pubblico variegato, che i loro dischi abbiano successo e che siano riusciti ad imporsi con uno stile tutto loro. Però manca ancora quel qualcosa che li faccia diventare dei ‘grandi’, che faccia accogliere con un ovazione i vecchi pezzi. Alla band le qualità tecniche e di songwriting non mancano certo, a questo punto sarà forse solo il caso a decidere se rimarranno sempre nei club o potranno stare in un’arena.

Setlist: Intro (Twist And Shout) – Living Dead Beat – Sixpounder – Silent Night, Bodom Night – Hate Me! – We’re Not Gonna Fall – Angels Don’t Kill – Drum Solo – Bodom After Midnight/Bodom Beach Terror [medley]– Follow The Reaper – Needled 24/7 – Guitar (Alexi) vs Keyboard Solo – In Your Face – Hate Crew Deathroll – Are You Dead Yet? – Guitar Solo (Roope) – Lake Bodom – Every Time I Die – Downfall – Outro (Fight For Your Rights)

M.B.

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.