Freddy Cole – Blue Note, Milano 25 ottobre 2008

Accompagnato da un giovanissimo Randy Napoleon alla chitarra (classe 1977, ha già suonato con Benny Green, l’orchestra di Clayton-Hamilton e Michael Bublé),  Elias Bailey al contrabbasso e Curtis Boyd alla batteria, Freddy Cole propone al pubblico del Blue Note, per un’ora abbondante, una perfetta miscela di brani jazz e swing, catapultando lo spettatore in atmosfere di altri tempi.
L’eleganza e la raffinatezza di Cole spazia da brani come “A Blossom Feel” a “Just The Way You Are”, da “Because Of You” a “All for you”(dedicati all’amico Tony Bennett), da “Why Did I Choose You?” a “Non dimenticar (Don’t Forget)”.
Non è mancato nemmeno un omaggio al fratello con il brano “Rout 66”, scritta da Bobby Troup ma portata al successo da  Nat “King” Cole.
Nonostante la differenza di età tra i due più attempati Cole e Boyd e i più giovani Randy a Bailey, il risultato è un buon amalgama anche se c’è ancora molto da imparare: un burbero Curtis richiama più volte con occhiatacce il giovane Randy su alcuni accenti mancati o sbagliati. Un attimo dopo i due si tratterranno dal scoppiare a ridere.

Mattia Felletti

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.