Music Attitude

Hayseed Dixie – Spazio 211, Torino 30 marzo 2010

Cappelli di paglia, salopette e camicie di flanella hanno trasformato per una sera lo Spazio 211 di Torino in un angolo di Tennessee. Non è certo usuale ascoltare musica bluegrass in Italia, ma gli Hayseed Dixie devono la propria fama proprio agli appassionati di rock grazie alle cover degli Ac/Dc, ma non solo, che li hanno resi un piccolo fenomeno di costume.

Palco minimale, quattro microfoni e un frigo pieno di birra, non c’è veramente bisogno di altro per fare festa e i quattro statunitensi non si risparmiano. Due ore dense in cui si assiste quasi ad una rilettura della storia del rock in chiave bluegrass. C’è così spazio per i Black Sabbath di “War Pigs”, per gli Zeppelin di “Black dog” o gli Stones di “Paint it black”, gli immancabili Ac/Dc (e la campana di “Hell’s bells” fatta con una bottiglia di birra vuota è puro genio), poi i Queen di “Bohemien Rhapsody” e “Fat bottomed girl”, passando ancora per i Judas Priest di “Breaking the law” e la meravigliosa “Ace of spades” dei Motorhead, fino ad arrivare ai tempi più recenti di “Holiday” dei Green Day.

Un concerto veramente rock, anzi, rockgrass, suonato a ritmi serratissimi, pochi gli spazi morti sempre abilmente colmati dalla simpatia di John Wheeler e dai suoi compagni di sbronze. Dietro però a questi quattro pazzi si nascondono dei musicisti di altissimo livello che si sono esibiti in indiavolati soli di violino, mandolino, banjo, e la conclusiva “Dueling banjos” è stata l’ennesima conferma. Imperdibili!

Livio Novara

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.