Music Attitude

Soulfly – Rolling Stone, Milano 13 marzo 2006

Non pensavo che I Soulfly potessero riempire a tal punto il Rolling Stone. Evidentemente la tribù creata da Max Cavaliera nel lontano 1998 ha fatto proseliti e l’attesa per l’esibizione della sua band era davvero tanta. Dopo una mezz’ora di riscaldamento offerta dai giovanissimi Rosko’s, il sipario si è alzato per il frontman brasiliano, sempre più legato a un’immagine no global, tutone e rasta infiniti. L’ultimo disco dei Soulfly, “Dark Ages”, ha avuto un ottimo riscontro di pubblico, infatti la setlist pescherà a piene mani proprio da questo platter, senza ovviamente dimenticare i famosi hits che tanto male hanno fatto ai puristi e ai nostalgici dei Sepultura. La band è apparsa quadrata e compatta, sugli scudi l’ottimo Marc Rizzo, mentre Cavalera ha in parte deluso le aspettative risultando poco mobile e denotando qualche problema con la voce da metà set in poi. Avevamo incontrato Max al pomeriggio e in effetti non aveva una bella cera. Il carisma però l’ha aiutato a superare queste difficoltà, consentendogli di tenere lo stage per oltre un’ora e mezza di concerto senza pause. Tra i pezzi migliori da segnalare “Fire”, “No Hope=No Fear”, “Bring It”, “Back To The Primitive”, “The Song Remains Insane” e la conclusiva “Eye For An Eye”. Ottimi per resa le recenti e distruttive “I And I” e “Frontlines”, principi di delirio collettivo le datate “Roots Bloody Roots”, “Refuse, Resist” e la paleozoica “Troops Of Doom”. Bella serata quindi, anche se la domanda che quasi tutti si ponevano all’uscita era “Ma quando torna con i Seps”?

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.