Music Attitude

Tommy Emmanuel, Torino Teatro Colosseo 8 maggio 2014

tommy-emmanuel-concerto-torino-8-maggio-2014

tommy-emmanuel-concerto-torino-8-maggio-2014

Tommy Emmanuel è approdato giovedì 8 maggio 2014 al Teatro Colosseo di Torino per l’ultima data italiana del suo tour, portando in scena il suo spettacolo da chitarrista acustico one-man-band che lo ha reso famoso a livello internazionale.

Il chitarrista australiano classe 1955 ha intrattenuto e stupito il pubblico torinese per più di due ore, dimostrando con una semplicità quasi disarmante di essere uno dei migliori chitarristi viventi, legittimando a pieno merito il suo titolo di “Certified Guitar Player” al fianco di Chet Atkins, Jerry Reed, John Knowles e Steve Wariner, dei quali ha assimilato e rielaborato il linguaggio in maniera del tutto personale, spaziando nelle radici della musica americana tra il Ragtime, il Blues e lo Skiffle.
Ripercorrendo i grandi classici del suo repertorio come “Cowboy’s Dream”, la pirotecnica “Cannonball Rag”, “Classical Gas”, passando tra le reinterpretazioni di alcuni pezzi dei Beatles e interpretando da artista di razza “I still can’t say goodbye” di Chet Atkins, Tommy ha offerto ai presenti in sala uno show energico e ricco di sfumature, basato sulla sua tecnica fingerstyle perfetta e condito dalla suo approccio ritmico percussivo sulla chitarra acustica. E’ infatti anche un ottimo percussionista e uno dei suoi marchi di fabbrica durante i suoi concerti è proprio il colpire la sua chitarra in diversi punti con le mani o con vere e proprie spazzole, simulando un intero set di percussioni.
Soffermarsi meramente sull’aspetto tecnico sarebbe sicuramente riduttivo, perché quest’ultimo è veramente un elemento aggiunto alla Musica (con la maiuscola non a caso) che è stata protagonista durante tutta la durata dello show, attribuendogli un forte impatto emotivo. La chitarra in questo caso è più che mai uno strumento di espressione personale, un mezzo col quale Tommy ha un feeling pazzesco, che gli permette di instaurare un vero e proprio dialogo aperto col pubblico, senza mai limitarsi al freddo esercizio di stile.

Lo spettacolo si è concluso dopo due bis tra gli applausi di una platea entusiasta e partecipe, che ha voluto tributare il giusto merito ad un Artista (altra maiuscola, doverosa) unico, che a quasi sessant’anni è ancora in continua crescita.


Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.