Helloween (press conference)

3 giugno 2006

Il Gods Of Metal presentava un paio di conferenzine assolutamente da non perdere, questa è una. Nonostante le risposte generiche e l’atmosfera rilassatissima che si respirava il problema era costituito dal fatto che la tensione per il derby on stage Helloween-Gamma Ray era forte. Con qualche sorriso di troppo di circostanza, il trio Weikath-Deris-Großkopf se l’è cavata egregiamente. Questo un breve estratto della chiacchierata di sabato 3 giugno.

Mentre siamo qui, sul palco stanno suonando i Gamma Ray. La cosa vi infastidisce?
Michael: Per niente, ormai è acqua passata con Kai. Sono un buon gruppo, ma senza dubbio noi suoneremo molto meglio (risata generale).
Markus: chi sono i Gamma Ray? No dai sto scherzando…La scaletta delle esibizioni comunque parla da sola: prima loro, poi noi!

Il vostro pubblico ha accolto molto bene il nuovo Keeper, ma alcuni critici vi hanno scorto un’operazione commerciale. Che ne pensate?
Michael: che il pubblico l’abbia accolto bene ce ne siamo accorti in sede live, dove i nuovi pezzi vengono cantati come i classici. Le vendite sono andate bene e a noi l’unica cosa che interessa è che ai nostri fan sia piaciuto. Il resto non conta.
Andi: era da un po’ di tempo che volevamo dare un seguito ai due Keeper e se avessimo voluto fare una mera operazione commerciale l’avremmo fatto tempo prima, sull’onda dei precedenti. Comunque non ci interessano assolutamente le critiche di questo tipo, che comprino il disco e lo ascoltino prima di farle!

Farete mai un tour in cui presenterete interamente i tre Keeper?
Markus: ne abbiamo parlato in questi giorni ma è evidentemente una pazzia! Ci piacerebbe molto, anche se ogni data dovrebbe durare davvero troppo, sarebbe impossibile per noi.
Andi: idea suggestiva, ma davvero irrealizzabile! Magari però uno in cui faremo solo pezzi tratti dai tre album si potrebbe pensare di farlo. Questo è davvero possibile.

In Italia siete sempre stati apprezzati molto, credo che si veda quando venite a suonare dal vivo.
Michael: ci piace molto venire a suonare in Italia, siamo stati in diversi paesi su tutta la vostra nazione e ci torniamo appena abbiamo un’occasione per farlo. Il pubblico è stupendo e avete una varietà di paesaggi che è unica al mondo. E poi, come si sa, avete le donne più belle..
Markus: ormai sono moltissimi anni che veniamo nel vostro paese, ed è sempre magnifico. Siete il pubblico più pazzo che esista in Europa!
Andi: ci accogliete sempre come se fosse la prima volta che venite a vederci e questo ci fa venire ogni volta i brividi!

L.G.

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.