Autorretrato di una bailaora

La danza come strumento per conoscere se stessi. Flamenco che incanta con Maria Pagés

14 ottobre 2009 – Piccolo Teatro Strehler – Milano

Col corpo e le emozioni Maria Pagés dipinge il proprio Autorretrato sul palco del Piccolo Teatro Strehler. Nata a seguito dell’invito di Mikhail Baryshnikov a danzare al BAC (Baryshnikov Arts Center), quest’opera esalta le caratteristiche di persona, ballerina e artista di Maria.

Molti i quadri proposti dalla bailaora di Siviglia che osserva la propria anima dentro uno specchio che la insegue come un’ombra e danza con lei. Si alternano i ritratti di famiglia che, anche quando racchiusi fra cornici che scendono dall’alto, riempiono l’intero spazio. Antichi dipinti, fotografie che non sbiadiscono nella memoria che pare venir cullata dentro i corpi vibranti al compas del flamenco.

Intensi momenti di introspezione per danzare le parole di poeti come Antonio Machado,
Miguel Hernández e Federico García Lorca. Finchè tutto diviene più leggero, come una vestaglia di seta fiorata, indossata prima di una fiesta popular, ricordando il valore e il sostegno della famiglia e degli amici.

Un Autorretrato ricercato al punto giusto, non ermetico, a tratti ironico, capibile anche da chi dentro il flamenco non vive e per questo coinvolgente. Maria Pagés, elegante e graziosa, raggiunge la sua massima espressione nell’incantevole braceo e nell’uso del manton che fa roteare quasi come fosse un toreador.

Con lei sul palco ottimi musicisti e bailaores dall’alta espressività. Le coreografie, curate da Maria Pagés e José Barrios, non sono mai scontate e abbracciano l’intero spazio, espandendosi tutt’attorno, per raggiungere e illuminare gli occhi dello spettatore.

E come dice la grande bailaora “La danza è l’unico mezzo che ho trovato per conoscere me stessa; posso dire che mi accompagna da sempre, che non ci siamo mai lasciati, che siamo una cosa sola; dopotutto la danza è il migliore strumento in grado di dimostrare chi sono. Da quest’esperienza ho imparato a guardarmi allo specchio come se si trattasse di un gioco e, soprattutto, senza dimenticare il saggio insegnamento della Soleá”:

http://www.mariapages.com

Melissa Mattiussi

 

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.