L’inno alla vita di Caravaggio

Caravaggio. Una mostra impossibile a Palazzo della Ragione di Milano

Celebra la vita rendendo immortale anche la morte che densa di sangue e sguardi inorriditi percorre molte delle sue tele. Michelangelo Merisi da Caravaggio, detto il Caravaggio (1571 -1610), squarcia le tenebre facendo danzare la luce, vera protagonista di ogni suo dipinto.

Senza luce nulla esisterebbe per l’occhio umano e l’esistenza sarebbe come una notte perenne priva di stelle. Quella notte che i tempi malati del 1600 venne disturbata dalla forza di un uomo, della sua arte e delle sue contrastanti anime.

La carne si puà toccare e ferire, le nature non son più morte, ma divengono “quasi vive” e gli occhi… gli occhi, fiamme ardenti conficcate in umani volti, non lasciano scampo a chi li incroci,  sempre intrisi di quel tormento che la vita irrequieta di Caravaggio portò con sé.

Eppure è sempre presente l’inno alla gioia della pura espressione, libera, alla ricerca del vero e non del sognato o dell’artificio corrotto dalla convenienza. Il suo sentire è di una forza disarmante, sia che si esprima nella solarità e scherzosità, sia che raggiunga la cupezza e il pessimismo più estremi. Ironia e sarcasmo si intrecciano ad un’aggressività da cui è impossibile proteggersi e che risveglia le coscenze.

“Appendete la speranza ad un chiodo voi che entrate” recita così chi impersona Caravaggio e che guida i viandanti all’interno della Mostra impossibile al Palazzo della Ragione di Milano. Quattro sono gli attori che, dopo un’accurata selezione, sono stati scelti per vestire i panni del Merisi nei tre periodi della sua esistenza, dalla giovinezza all’età adulta alla fase finale che lo portò a morire per malattia, solo su di una spiaggia. Gli attori sono Daniele Cavone Felicioni, Emilio Romeo, Marco Pepe e Matteo Bonanni. Per tutta la durata della mostra terranno per mano il loro Caravaggio per narrarne le vicende attraverso lo specchio di 65 dei suoi capolavori, riprodotti in digitale a grandezza naturale. In costume d’epoca, con una camicia ampia un po’ troppo leggera per il clima invernale di Palazzo della Ragione, una mantella sulle spalle, un copricapo e una lanterna a fare luce attraverso i vicoli bui e contorti di una personalità complessa, che i quattro attori ben fanno rivivere, incuriosendo e coinvolgendo il pubblico.

E come la luce e la vita esaltano le differenze, così il buio e la morte parificano tutto e tutti. Non ci sono signorotti e re, papi e cardinali, sguattere e puttane, scugnizzi e contadini, boia e santi…

Riprendo la speranza appesa al chiodo e la trovo nutrita di rinnovata luce, consapevole che dall’altra parte dello specchio il buio si sta facendo bello.

Alzo il calice e brindo alla nuda vita, con il suo mistero!

Melissa Mattiussi

INFORMAZIONI

Dal 10 Novembre 2010 al 13 Febbraio 2011
Palazzo della Ragione, Loggia dei Mercanti, Milano

A cura di Renato Parascandolo
Promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano, dalla Rai Radiotelevisione Italiana, e prodotta e organizzata da Arthemisia Group e Palazzo della Ragione

Sito Rai sulla mostra http://www.caravaggio.rai.it/

Orari

Lunedì 14.30 – 19.30
Martedì – Domenica 9.30 – 19.30
Giovedì 9.30 – 22.30
La biglietteria chiude un’ora prima

Aperture straordinarie

24 e 31 Dicembre 9.30 – 14.00
25 Dicembre, 1 Gennaio 14.30 – 19.30
6, 7, 8, 26 Dicembre e 6 Gennaio 9.30 – 19.30

Biglietto (Visita animata inclusa)

Intero 9 Euro
Ridotto 7 Euro
Scuole 4,50 Euro

Comments

comments

CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.