Music Attitude

Ritorni di fiamma – Reunion, pro o contro? #2

Non siamo ipocriti: è insito nell’animo umano, ogni volta che un grande gruppo si scioglie o cambia line up, immaginare la reunion. Quando poi ciò avviene, per qualsiasi motivo più o meno nobile, tutti si scagliano contro tale iniziativa bollandola come immorale, legata al dio denaro o coniando neologismi adatti ad un tale scempio. Salvo poi andare in massa nei palazzetti dove tale evento si svolge…

Riesco a capire chi vede tali ritorni come un tradimento o chi dice che è solo una questione di soldi, ma a me semplicemente non interessa. La sola idea di rivedere anzi, per quanto mi riguarda, di vedere sullo stesso palco Jimmy Page, Robert Plant e John Paul Jones mi dà i brividi. Non sono certo stupido, lo so che non ha più il valore di un tempo, ma me ne frego. Io parlo di emozioni, di crampi allo stomaco e quelli me li danno anche quattro ciccioni che devono pagarsi le bollette o che non sopportano più la moglie. Le motivazioni non mi interessano, giudicherò poi le performance o l’eventuale disco, ma non dirò mai“Che vergogna” per partito preso o perché è la via da seguire.

Un esempio può essere quello degli Iron Maiden: chi non ha goduto quando Dickinson e Harris si sono riavvicinati? Non si sopportano anche ora? La cosa non mi può minimamente interessare. Dal vivo non suonavano così dall’85. E’ vero, sono anche più giovani di tanti altri gruppi riunitisi recentemente, però sono uno di quei casi che all’inizio del millennio fece discutere. Ad onor del vero dico anche che apprezzo ugualmente la scelta di chi si dice non più della partita, vedi John Deacon nel tanto discusso tour dei Queen con Paul Rodgers, perché pensa che non abbia più senso per lui.

Mi sembra solo sbagliato dare giudizi morali su un argomento che di morale ha ben poco. Inoltre, se vogliamo, per soldi l’hanno sempre fatto: sono sempre stati legati a contratti che volenti o nolenti li tenevano insieme anche quando nemmeno si parlavano; e alcuni degli album che hanno fatto la storia sono stati concepiti in clima di guerra (i Deep Purple insegnano). Vogliamo anche dire: “Bell’ album, però è una vergogna perché i membri del gruppo non si sopportavano”?

L.G.

Comments

comments

         
CONDIVIDI
Musicattitude.it
  • utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa
  • usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi
  • accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.